Vendemmia 2014

Postato il 13 novembre 2014, in Blog

Torchio e Dalzo

Quest’anno la vendemmia si è svolta in anticipo rispetto agli anni passati, a causa dell’eccessiva piovosità estiva che ha causato notevoli problemi di maturazione del grappolo e nei casi più gravi la marcescenza dello stesso.
Quindi quest’anno si è riscontrato un basso tenore zuccherino ed un’alta acidità dell’uva, mentre invece la quantità è stata maggiore dell’anno scorso.
Come al solito abbiamo provveduto a conferire la maggior parte delle uve alla Cantina Sociale del Groppo, mentre 15 quintali li abbiamo trasportati nella nostra cantina “Il Torchio”, in cui abbiamo vinificato per la prima volta dopo il rinnovo del locale.

La vinificazione è avvenuta prima deraspando i grappoli per poi torchiare il mosto dopo solo 24 ore, ottenenedo quindi una fermentazione “in bianco”, cioè senza le bucce.La fermentazione, cioè la fase in cui gli zuccheri dell’uva vengono aggrediti dai saccaromiceti trasformandoli in alcool, è durata 5 giorni in botti d’acciao non refrigerate, mantenendo cioè un procedimento naturale.

Successivamente si è provveduto ad effettuare il primo travaso per eliminare i sedimenti, che sarà poi seguito da molti altri, fino ad ottenere, intorno alla fine di novembre, un vino totalmente limpido senza necessità di utilizzare il metodo della filtrazione, che a nostro parere, va ad eliminare delle sostanze che devono essere invece presenti nel vino per dargli una sua connotazione tipica.
Purtroppo la scarsa qualità del raccolto non ci ha consentito di produrre lo sciacchetrà, in quanto riteniamo che, essendo questo vino l’eccellenza della nostra produzione, lo stesso può essere ottenuto con la necessaria qualità, soltanto quando le condizioni meteo si rivelano particolarmente favorevoli.
Infine vogliamo esprimere tutta la nostra gratitudine ai nostri clienti americani che hanno collaborato con noi e soprattutto al gruppo di parenti e amici bergamaschi che come al solito hanno svolto un duro lavoro sia nei campi che in cantina e che si sono ormai guadagnati negli anni, l’eterna riconoscenza della nostra famiglia.

All'anno prossimo!

 

Lascia un Commento