scroll_to_top.svg

Il sentiero n. 507 da San Bernardino a Vernazza

Dal villaggio di San Bernardino, santuario di Corniglia, si raggiunge Vernazza con lo splendido sentiero n. 507, tutto vista mare, in circa 30/40 minuti.
San Bernardino, posto a 385 metri s.l.m., è costituito da un piccolo nucleo abitato che si raccoglie attorno al santuario di Nostra Signora delle Grazie, la cui festa si celebra l’8 di Settembre, e si trova sulla strada dei santuari delle Cinque Terre, raggiungibile in auto da La Spezia con la statale 370 fino a Manarola e poi con la statale 51 in circa 40 minuti oppure in treno si arriva a Vernazza per poi salire al borgo utilizzando i bus navetta del Parco Nazionale.
Da qui si hanno splendide vedute su tutto il litorale delle Cinque Terre ed in particolare sul paese di Corniglia, il santuario di Montenero, la baia di Guvano e il promontorio del Mesco.
Si lascia il paese percorrendo un breve tratto di strada asfaltata fino a giungere alla sella di Comeneco, dove si imbocca un tratto di strada sterrato che conduce alla Locanda Valeria; qui si possono apprezzare i terrazzamenti sostenuti da muretti a secco intensamente coltivati a vite che producono il famoso vino bianco DOC Cinque Terre e il mitico Sciacchetrà, vino dolce di pregiata qualità.
Finito lo sterrato si imbocca il sentiero sulla sinistra, dove inizia la ripida discesa che conduce a Vernazza. Il primo tratto si sviluppa lungo il crinale della collina che delimita la zona ancora parzialmente coltivata a vigneti, agrumi e ortaggi sul lato destro da quella ormai abbandonata sulla parte sinistra, dove la macchia mediterranea costituita da lecci, ginestre, eriche e asparagi selvatici, si è nuovamente riappropriata della zona.
La vista che si ha su Vernazza in questo tratto di sentiero è forse la più bella in assoluto con la perla di punta Mesco sullo sfondo; si apprezzano anche le varie frazioni abbarbicate lungo la ripida vallata che segue il corso del torrente Vernazzola.
Si scende costantemente fino ad innestarsi sul sentiero azzurro SVA (ex n. 2) Corniglia – Vernazza nella zona soprastante il paese detta conca di Macereto. Il primo edificio del centro abitato che si incontra è il bar ristorante “La Torre” con una splendida terrazza panoramica incastonata fra agavi e fichi d’india.
Il sentiero poi arrivato a Vernazza si biforca: prendendo a destra si arriva nella parte alta del paese nei pressi della stazione ferroviaria e della fermata del bus per San Bernardino mentre a sinistra attraversa il borgo diventando un tipico “carugio” ligure fino al castello con la sua torre panoramica per arrivare infine alla piazzetta principale incastonata tra il paese e il mare.
Buona camminata!!!

Scopri anche

23 Ottobre 2020

L’antico borgo di Lemmen a Riomaggiore

scopri

7 Ottobre 2020

Agricoltura alle Cinque Terre: l’uomo e la natura.

scopri

21 Aprile 2020

Monterosso: poeti, limoni e acciughe

scopri

22 Marzo 2020

Le spiagge delle Cinque Terre

scopri

24 Novembre 2019

Manarola: il borgo verticale

scopri

18 Settembre 2019

1919 – 2019 la vendemmia del centenario a Volastra

scopri

12 Aprile 2019

Il sentiero SVA tra Monterosso e Levanto

scopri

2 Dicembre 2018

La vernaccia: il primo vino delle Cinque Terre

scopri

18 Settembre 2018

Vendemmia 2018: grande raccolto a Volastra!!!

scopri

1 Maggio 2018

Il sentiero n. 531: da Riomaggiore a Manarola via Beccara

scopri

8 Novembre 2017

Vendemmia 2017: qualità e quantità per il vino DOC 5 Terre

scopri

12 Agosto 2017

Il sentiero n. 536 per Monesteroli: la scala per il paradiso

scopri

14 Marzo 2017

Il sentiero 509: Monterosso – Soviore

scopri

19 Gennaio 2017

Il passito delle Cinque Terre: da Rinforzato a Sciacchetrà

scopri

14 Gennaio 2017

La Ciclopedonale Maremonti: da Levanto a Framura

scopri

19 Novembre 2016

Da Monterosso a Vernazza passando per i santuari

scopri

23 Settembre 2016

Vendemmia 2016 : ottima qualità!

scopri

1 Maggio 2016

Il sentiero n. 530 – Da Volastra al Telegrafo

scopri

9 Dicembre 2015

Il sentiero n. 507 da San Bernardino a Vernazza

scopri

1 Ottobre 2015

La Vendemmia 2015: l’anno perfetto!

scopri

Vedi tutti
gli altri articoli