scroll_to_top.svg

Il sentiero n. 6 Manarola – Volastra

Manarola e Volastra fino al completamento della strada carrozzabile Manarola – Groppo – Volastra nei primi mesi del 1978, non ebbero mai facili collegamenti stradali.
L’Amministrazione Comunale per venire incontro alle necessità della popolazione decise di costruire una nuova strada mulattiera che partendo da Pié di Fiesse, seguendo in parte il vecchio sentiero Fiesse – Cantrigiàn, raggiungeva Volastra.
I lavori di costruzione cominciarono il 21 agosto 1906 e terminarono nel luglio del 1907, giusto in tempo perché la strada potesse essere inaugurata il 5 di agosto in occasione della festa della Madonna della Salute del santuario di Volastra.
Per costruire la strada occorsero 1.859 metridi cordoli di arenaria, 186 giornate di minatori e 200 giornate di muratori e il tutto costò 2.300 Lire.Fiesse dal latino “Flexus”: piegato, che forma piccole anse (il terreno)
Groppo dal germanico “Krupp”: terra coltivata tondeggiante.
Volastra dal latino “Vicus Oleaster“: luogo degli ulivi.
Manarola dal latino “Manium Arula”: piccola area delle mani, in quanto è da ritenersi verosimile che a Manarola esistesse un tempietto dedicato alle anime dei morti.
Oppure dal dialettale “Manaraea”,anticamente “Magna roea”, cioè “Magna Rota”, grande ruota , ossia rotone da mulino ad acqua, ad oggi ancora esistente nella parte centrale del paese (Mulino d’Andrean).
Comandata: ogni capo famiglia doveva due o tre prestazioni di lavoro all’anno per la riparazione o riattivazione dei sentierie strade di campagna . La legge comunale e provinciale stabiliva per chi non sipresentava al lavoro per la comandata, il versamento al Comune di una somma in denaro pari alla retribuzione giornaliera di un operaio. Il messo comunale notificava ai capi di famiglia l’ordine del Sindaco: “Il Sig…..è comandato ad
effettuare una giornata di lavoro per la riparazione della strada di campagna in……… Pertanto la S.V. dovrà presentarsi il giorno….alle ore…..in detta zona, munito di pala, picco e corbello.
Le foto contenute in questo articolo sono di André Leuba, Eduard Kopp e Anselmo Crovara custodite nell’Archivio della Memoria Anselmo Crovara in Via Aldo Rollandi in Manarola.

Scopri anche

3 Dicembre 2020

Anello Tramonti- Campiglia – Lemmen – Tramonti

scopri

23 Ottobre 2020

L’antico borgo di Lemmen a Riomaggiore

scopri

7 Ottobre 2020

Agricoltura alle Cinque Terre: l’uomo e la natura.

scopri

21 Aprile 2020

Monterosso: poeti, limoni e acciughe

scopri

22 Marzo 2020

Le spiagge delle Cinque Terre

scopri

24 Novembre 2019

Manarola: il borgo verticale

scopri

18 Settembre 2019

1919 – 2019 la vendemmia del centenario a Volastra

scopri

12 Aprile 2019

Il sentiero SVA tra Monterosso e Levanto

scopri

2 Dicembre 2018

La vernaccia: il primo vino delle Cinque Terre

scopri

18 Settembre 2018

Vendemmia 2018: grande raccolto a Volastra!!!

scopri

1 Maggio 2018

Il sentiero n. 531: da Riomaggiore a Manarola via Beccara

scopri

8 Novembre 2017

Vendemmia 2017: qualità e quantità per il vino DOC 5 Terre

scopri

12 Agosto 2017

Il sentiero n. 536 per Monesteroli: la scala per il paradiso

scopri

14 Marzo 2017

Il sentiero 509: Monterosso – Soviore

scopri

19 Gennaio 2017

Il passito delle Cinque Terre: da Rinforzato a Sciacchetrà

scopri

14 Gennaio 2017

La Ciclopedonale Maremonti: da Levanto a Framura

scopri

19 Novembre 2016

Da Monterosso a Vernazza passando per i santuari

scopri

23 Settembre 2016

Vendemmia 2016 : ottima qualità!

scopri

1 Maggio 2016

Il sentiero n. 530 – Da Volastra al Telegrafo

scopri

9 Dicembre 2015

Il sentiero n. 507 da San Bernardino a Vernazza

scopri

Vedi tutti
gli altri articoli